V&A to Stage Christian Dior Exhibition in London

V&A to Stage Christian Dior Exhibition in London

Nella sua più grande mostra da quella di Alexander McQueen Savage Beauty, il V&A esplorerà la relazione del couturier con la cultura britannica

 

Per la sua ultima sfilata di moda, il Victoria & Albert Museum di Londra traccerà la storia della casa di moda francese Christian Dior. Curato da Oriole Cullen, “Christian Dior: Designer of Dreams” aprirà il 2 febbraio 2019 e si basa sull’omonima mostra del Musée des Arts Décoratifs, che ha attirato oltre 700.000 visitatori, il numero più alto per un singolo spettacolo a Parigi storia del museo di 112 anni.

Sebbene il V & A non abbia attualmente uno sponsor ufficiale per questa mostra, ha lavorato a stretto contatto con Christian Dior, controllato da LVMH, che ha prestato dei pezzi al museo dal suo ampio archivio, in particolare per la mostra.

Negli ultimi anni, i megabrand di lusso da Louis Vuitton a Chanel hanno allestito mostre di grandi dimensioni in collaborazione con importanti musei per sensibilizzare il pubblico e bruciare le storie del loro patrimonio.

Christian Dior with model Sylvie, circa 1948 | Source: Courtesy of Christian Dior

L’adattamento del V & A di “Christian Dior: Designer of Dreams” sarà la più grande mostra della couture house francese mai allestita nel Regno Unito e riempirà la galleria Sainsbury di 1.100 metri quadrati del museo con più di 500 oggetti, tra cui oltre 200 capi couture.

Una nuova sezione della mostra esplorerà la relazione del couturier con la cultura britannica, evidenziando collaborazioni con produttori britannici e noti clienti britannici, tra cui Nancy Mitford, Margot Fonteyn e Princess Margaret.

Inoltre, lo spettacolo traccerà l’evoluzione dell’estetica creativa di Christian Dior Couture attraverso i decenni, esponendo anche i disegni di ex capi creativi Yves Saint Laurent, Marc Bohan, Gianfranco Ferré, John Galliano e Raf Simons, così come l’attuale direttore artistico femminile Maria Grazia Chiuri.

“Il team del V & A è venuto a visitare la mostra a Parigi e ha avuto una vera esperienza di amore a prima vista”, ha dichiarato Pietro Beccari, amministratore delegato di Christian Dior Couture.

“Ma questa è una passione reciproca che nasce da una storia di amicizia di vasta portata. Molto tempo prima di fondare la sua casa, Christian Dior aveva già sviluppato un fascino per la cultura inglese “.

“Questa mostra ci offre una straordinaria opportunità di riunire punti salienti delle collezioni V & A con spettacolari ensemble dell’archivio della Maison Dior, per raccontare una storia più ampia della Maison e gettare nuova luce sui rapporti di Christian Dior con la Gran Bretagna”, ha aggiunto Tim Reeve , vicedirettore e direttore operativo del V & A.

Beccari non sarebbe stato attratto da come Dior avrebbe misurato il successo della mostra V & A, ma ha sottolineato “il successo fenomenale” del Musée des Arts Décoratifs, che ha coinciso con il 70 ° anniversario del marchio lo scorso anno.

Dal 6 all’8 luglio, Dior terrà anche una mostra di alta gioielleria di tre giorni al Musée d’Art Moderne di Parigi. “Designer of Dreams” sarà la più grande mostra messa in scena al V & A dallo show “Alexander McQueen: Savage Beauty” da record nel 2015.

Originariamente esposto al Metropolitan Museum of Art di New York nel 2011, dove è diventato il più popolare mostra di moda, Savage Beauty ha attirato 493.043 visitatori durante la sua corsa di 21 settimane a Londra, rendendolo la mostra più visitata nella storia del V & A.