Il reddito operativo è aumentato del 70 percento nel primo semestre a 629 milioni di franchi

 

Swatch Group, produttore di orologi Omega e Tissot, ha registrato il più alto profitto del primo semestre in tre anni, alimentato dalla domanda asiatica e dai guadagni della quota di mercato in tutta la sua collezione di 18 marchi.

L’utile operativo è salito del 70 percento a 629 milioni di franchi (628 milioni di dollari), ha detto mercoledì la Biel, società con sede in Svizzera. Gli analisti si aspettavano 612 milioni di franchi. Il titolo è salito fino all’1,4% nei primi scambi.

I risultati sottolineano la ripresa dell’industria orologiera svizzera dopo una flessione pluriennale.

Swatch sta beneficiando del rinnovato appetito per gli orologi di lusso in Cina e Hong Kong. Di recente, anche il segmento di fascia bassa, che ha sofferto a causa della concorrenza di Apple Watch, ha mostrato segni di rimbalzo.

Swatch aveva abbassato i prezzi del suo marchio Tissot a soli $ 365 per un orologio automatico fabbricato in Svizzera.

Swatch ha dichiarato che tutti i suoi marchi, compresi gli orologi di fascia medio-bassa, hanno mostrato un’accelerazione delle vendite e che la tendenza positiva è proseguita a luglio. La società prevede una forte crescita e ulteriori guadagni di quote di mercato nel secondo semestre.

I commenti di luglio “potrebbero essere considerati positivi per l’intero settore dei beni di lusso, dal momento che gli investitori continuano a temere un potenziale rallentamento in Cina”, ha scritto Zuzanna Pusz, analista di Berenberg, in una nota. “I guadagni della quota di mercato suggeriscono un read-across piuttosto limitato se non negativo per Richemont”.

Le vendite sono aumentate del 13% a tassi di cambio costanti, raggiungendo un valore record di 4,27 miliardi di franchi. A gennaio, l’Amministratore delegato Nick Hayek ha dichiarato che la società puntava a una crescita delle vendite a una cifra elevata a tassi costanti quest’anno.

Mercoledì Hayek ha detto che non esclude la crescita a due cifre quest’anno.

I livelli di inventario sono aumentati del 6% a 6,7 ​​miliardi di franchi alla fine di giugno, alimentati da acquisti di oro e diamanti, ha detto Swatch.

I recenti alti livelli record di stock-in-trade mostrano “deludente gestione dell’inventario”, ha scritto l’analista di Morgan Stanley, Edouard Aubin.

Swatch ha affermato che “un ricco livello di inventario è un prerequisito per una crescita sana” e che “in vista delle turbolenze nel commercio globale con l’introduzione di tariffe punitive, è strategicamente ancora più importante aumentare gli stock di materie prime essenziali”.