Amazon non è responsabile nel caso in cui rivenditori terzi usino il marketplace online per la vendita di prodotti parzialmente non autorizzati. Lo stabilisce la Corte di Giustizia dell’Unione Europea, secondo quanto riporta la testata inglese Draper, ribaltando in parte quanto previsto dalla legislazione americana che prevede la responsabilità delle piattaforme on line per la vendita illecita di prodotti falsi o dannosi, a prescindere dal fatto che la vendita avvenga attraverso terzi. Amazon era stata portata in tribunale da Coty Germany, che detiene la licenza per il trademark EU Davidoff, per aver immagazzinato e spedito bottiglie di profumo Davidoff Hot Water messe in vendita da rivenditori terzi sul marketplace dell’e-tailer.

***

Clicca qui per visitare il mondo di Michele Franzese! Nuovi arrivi SS20: registrati al sito, iscriviti alla newsletter e ottieni eccezionali sconti per i tuoi acquisti fino al 30%!