La settimana della moda di Londra ha insegnato a tutti una cosa: gli uomini hanno perso un pò del loro fascino nelle ultime stagioni, ma c’è un momento che continua a stupire ogni volta, quello di A-Cold-Wall *.

L’etichetta streetwear ha raccolto un certo seguito nei quattro anni trascorsi dalla sua fondazione. Oggi, non è raro vedere i suoi adoratori fare la fila per dare un’occhiata ai suoi spettacoli, che sono passerelle meno tradizionali con spettacoli sempre più multidisciplinari.

Del resto l’uomo che sta dietro al marchio, Samuel Ross, non è certo un designer tradizionale. Piuttosto che frequentare una prestigiosa scuola di moda o avere legami nel settore, Ross infatti alla fine è riuscito ad ottenere la sua svolta grazie ad Instagram. Ha attirato l’attenzione di Virgil Abloh attraverso la piattaforma, che ha visto qualcosa di Ross prima di assumerlo per lavorare su progetti per Off-White e Yeezy.

Quindi, nel 2015, Ross ha iniziato A-Cold-Wall * e non è passato c’è voluto molto tempo per comunicare a vedere quelle code. Ispirandosi al sistema di classe britannico e alle linee nette dell’architettura brutalista, ACW * è diventato noto per il suo uso innovativo del tessuto e dettagli funzionali.

Generando clamore extra collaborando con Nike e Oakley, i premi hanno iniziato a scorrere e l’ultimo – il premio Hublot Design Prize – conferisce a Ross 100.000 franchi svizzeri (circa £ 80.000) per promuovere le sue iniziative di design.

Ed ecco, di seguito, come Ross ha commentato non solo il suo successo, ma più in generale cosa sta accadendo nel mondo dello streetwear,  e cosa ci si deve aspettare nel prossimo decennio dal menswear.

 

Come ci si sente a riconoscere il tuo lavoro su scala globale?
Sembra abbastanza brillante. Con l’Hublot Design Prize, sto quasi tornando a quello in cui mi sono formato. Ho studiato graphic design ed ero un product designer prima di passare alla moda, quindi è bello essere in uno spazio in cui posso bilanciare entrambi – un design industriale carriera accanto a una celebre carriera di moda – e vedere entrambi riconosciuti anche

È importante per te avere un elemento funzionale nei tuoi progetti?
Penso che la funzione debba guidare tutto il design. Se non c’è alcuna funzione e non c’è utilità, allora appartiene davvero allo spettro dell’arte.

Abbiamo, ad esempio, Nike x ACW * Vomero 5+. La storia iniziale dietro il Vomero era quella di creare una scarpa vivente, quindi abbiamo rimosso i rivestimenti UV e PU dai diversi componenti della scarpa. Quando è esposto alla luce del sole, vedrai svilupparsi una tinta e una tonalità e aggiungerà una patina a diversi aspetti della scarpa.

Sfida questa idea di moda veloce e nel tempo costruisci una cravatta emotiva con un pezzo unico di calzature.

Ti accontenti del fatto di non aver percorso un percorso tradizionale per arrivare dove sei?
Penso che ci sia un senso di liberazione e libertà nel seguire il tuo spirito e seguire la tua mente e il tuo intelletto per costruire una carriera. Ma con l’Hublot Design Prize, mi sento davvero a casa dato che ho una laurea ed esperienza commerciale nel design – mi sento molto naturale. Questo è quasi dove avrei dovuto essere, prima di passare alla moda.

Che consiglio daresti a te stesso più giovane?
Studia e scegli un campo che può costituire una base per molteplici flussi di pratica. Se scegli un campo come quello della grafica, ti darà spazio per sperimentare e giocare in molti campi diversi. Ti dà molto spazio per diversificare la tua carriera, ma vorrei colpire a casa che l’istruzione è davvero una svolta fondamentale.

Puoi ottenere talenti così lontani, ma è molto importante che le abilità siano sviluppate al suo fianco per andare avanti.

Qual è stato il più grande cambiamento nell’abbigliamento maschile nell’ultimo decennio?
I social media hanno completamente cambiato la prospettiva su chi partecipa alla conversazione perché si riduce davvero a chi la gente vuole eleggere nella conversazione. Quindi salta quasi su determinati parametri o bordi. Ci sono pro e contro, ma per la maggior parte offre molte più pari opportunità.

Presti attenzione alle tendenze?
Vedrai nella prossima raccolta; c’è più di un focus sul classico abbigliamento maschile. Si tratta di capire ciò che uomini e donne vogliono indossare e ciò di cui hanno bisogno nel loro guardaroba in questo momento, quindi puoi dire che c’è un elemento di tendenze in questo, ma sono anche interessato a stili e funzioni classici che tornano alla ribalta.

Quindi, anche se A-Cold-Wall * è noto per lo streetwear, non ti guardi dall’alto in basso?
In realtà, mi sento come se la sartoria di A-Cold-Wall * fosse davvero decollata negli ultimi sei mesi. C’è sicuramente un rispetto per la sartoria e il rispetto per l’abbigliamento maschile formale che sarà molto più visibile nelle prossime stagioni.

Chi sono gli uomini meglio vestiti di oggi?
Non ci faccio caso. Presto attenzione alla persona e a ciò che stanno portando alla società o al mondo. Penso che la scelta degli abiti di Ai Weiwei sia piuttosto geniale. In occasione di un recente premio, indossava una giacca casual e casual in denim e aveva il telefono in mano. Penso che sia importante vedere l’individuo e come i capi supportano l’individuo.

C’è un capo particolare in cui ti ritrovi a tornare costantemente?
Penso che vestire per me al momento sia importante. Indosso tutto bianco ormai da sei mesi, quindi solo una camicia e pantaloni standard sono i più pratici per me.

Quale pensi sarà il più grande cambiamento nel menswear nel prossimo decennio?
Penso che ci sarà un’ulteriore fusione di settori. Penso ancora che ci sia un divario tra l’industria del design e quella della moda, ma credo che vedremo i due incontrarsi di più. Sarà più un’emergenza culturale prima che sia un’emersione pratica. Penso che una volta che le comunità inizieranno a parlare e ad integrarsi di più, vedrai uno spostamento in avanti. I due si sono mossi, ma c’è stata una frammentazione.