Roy Roger’s spinge sul total look

Roy Roger’s spinge sul total look

Roy Roger’s spinge sul total look. Dopo aver scritto la storia del denim in Italia, il marchio della Sevenbell continua ad ampliare l’offerta merceologica, inserendo in collezione la sua prima linea di cappotti, e annuncia nuove aperture di monomarca a Roma e Torino nel 2021. L’azienda ha presentato a Pitti Uomo 97 il ‘six pocket jeans’ , una rilettura contemporanea dell’iconico modello a 5 tasche pensata per ospitare lo smartphone. Nelle ultime stagioni, a spingere le vendite è stato proprio il total-look, in particolare la maglieria, da cui deriva il maggiore contributo alla crescita. Ma il core business di Roy Roger’s rimane il denim, che genera il 60-65% del fatturato. Oggi l’uomo pesa sul 65% del giro d’affari di Roy Roger’s per un totale di 350 referenze. Sevenbell presidia i mercati esteri attraverso il brand di maglieria di lusso Presdient, sviluppato soprattutto in USA e Canada e distribuito in department store come Neiman Marcus. Roy Roger’s distribuisce in 800-900 multimarca e possiede monomarca a Milano, Firenze, Bologna e Forte dei Marmi, oltre ai punti vendita outlet a Serravalle, Castel Romano e Marcianise. Il prossimo marzo aprirà a Padova e a luglio sarà la volta dell’outlet McArthur Glen a Noventa di Piave (VE).