Sarà un’edizione ricca di sorprese, la Milano Moda Uomo SS 19: 

28 presentazioni, 22 sfilate, 6 presentazioni su appuntamento e 16 eventi in calendario per un totale di 56 collezioni

 

Come vi avevamo annunciato nel precedente articolo, la settimana della moda dedicata all’uomo vedrà anche la condivisione di alcune sfilate donna tra cui la presentazione della collezione Alberta Ferretti prevista il 15 giugno prossimo.

Al brand italiano si accodano anche la griffe Aalto fondata dallo stilista Tuomas Merikoski – al suo debutto a Milano – e Stella McCartney che, dopo quattro anni di assenza sulla passerella meneghina presentarà la collezione uomo e donna spring-summer 2019.

Durante la Milano Moda Uomo, il 15 giugno alle ore 16:00 sarà inaugurata la IV edizione di Milano Moda Gratuade, progetto di CNMI dedicato agli studenti delle accademie e scuole di moda italiane ai quali è stata riservata la nuova sala sfilata Area 56, in via Savona 56.

Successivamente al doppio evento di Alberta Ferretti, alle ore 20:30 debutterà Ermenegildo Zegna alle ore 20:30.

Moda Uomo SS 19, tutte le novità. N21
COLLEZIONE AI 18-19 N21

“La Milano Moda Uomo presenta quattro giorni pieni di appuntamenti che per l’economia di Milano sono il simbolo stesso della nostra città. Le case di moda e gli stilisti sono gli ambasciatori nel mondo del nostro stile di vita, della nostra cultura capaci di coniugare ricerca, gusto e innovazione” ha dichiarato l’Assessore alle Politiche per il lavoro, attività Produttive, Moda e Design, Cristina Tajani.

“Con Camera Nazionale della Moda Italiana e tutti gli operatori del settore – conclude l’Assessore – rinnoviamo il nostro impegno a sostegno della valorizzazione della moda e dei giovani talenti per lo sviluppo di un sistema sempre più attento ai temi dell’etica e della sostenibilità con un puntato alla qualità dei prodotti finali come di tutti i processi produttivi”.

MILANO RISPONDE, CON FERMEZZA, ALLA GLOBALIZZAZIONE DELLA MODA CON UNA RISPOSTA CONCRETA ALLE SETTIMANE DELLA MODA CONCORRENTI.

Dopotutto, i numeri confermano la città meneghina sempre più attiva sia nel settore sia sul campo.

Il 2017 è stato chiuso  con un fatturato di ben 87.252 milioni di euro con una crescita pari al +3% rispetti l’anno precedente.

La moda maschile ha dato sicuramente man forte allo sviluppo del sistema moda italiano con un +2,4% sostenuto anche dalle esportazioni.

Si riconferma, inoltre, l’aspetto social e interattivo della Milano Moda Uomo.

La manifestazione, infatti, potrà essere seguita anche su milanomodauomo.it, attraverso l’App CNMI e sui profili Twitter, Instagram (@cameramoda) e Facebook, con aggiornamenti in tempo reale.

Il video delle sfilate sarà trasmesso, inoltre, anche sul maxischermo installato in Via Croce Rossa.

Riprendendo la tematica social, gli internauti sono invitati a seguire l’hashtag #MFWREPORTER. 

L’iniziativa connette i follower della CNMI con il mondo patinato del fashion biz. Infatti, alcuni di loro potranno essere selezionati per partecipare attivamente alle sfilate, eventi e presentazioni.

Il progetto è stato lanciato giovedì 17 maggio per poi essere sospeso il prossimo 12 giugno, giorno in cui saranno selezionati i follower che saranno parte attiva alla Milano Moda Uomo SS 19.

Per partecipare, sarà sufficiente seguire il profilo Instagram @cameramoda e postare un’immagine originale che racconti la vostra personale idea di moda. La fotografia dovrà essere corredata dell’hashtag #MFWREPORTER e #MFW.

Infine, va ricordato che questa edizione della Milano Moda Uomo vedrà il debutto di Fashion Trust, progetto ideato dal British Fashion Council.

 

Tutto il meglio della moda internazionale nel nostro SHOP, clicca QUI per seguirci !