Pop culture che passione: ecco il decennale di MSGM

Pop culture che passione: ecco il decennale di MSGM

L’organza, i cappotti in tweed, le camicie con le ruches, le stampe con le rose giganti.  E Battiato ed Alice che cantano la colonna sonora 

 

Il marchio di Massimo Giorgetti, MSGM, compie dieci anni e li celebra con questa collezione primavera estate 2020. E sfila nel giardino della Triennale di Milano fra le sculture dei Bagni misteriosi di Giorgio De Chirico. «Dieci anni: tanta emozione e molto orgoglio» dice Giorgetti in backstage più orgoglioso che emozionato, ma a volte può essere la stessa cosa. «È la celebrazione del marchio. Al centro c’è la nostra passione per la moda, l’energia e l’emozione che ci contraddistinguono. È la prima collezione in cui non c’è un’ispirazione perché l’ispirazione è MSGM, ogni look ricorda qualcosa che ho fatto in questi dieci anni. Ma non è una retrospettiva perché ci siamo guardati indietro per puntare avanti, al futuro a nuovi orizzonti». Che dire… Che raggiungere un obiettivo rende felici e Giorgetti lo è.

In dieci anni è cresciuto moltissimo in consapevolezza tanto oggi può dire che la cosa che lo rende più felice è aver aperto una galleria d’arte. Chi non lo sarebbe se, come lui, dal proprio lavoro riesce a finanziare la propria passione. Giorgetti collezionista d’arte, anche, e utilizzatore. Questa volta la collaborazione con l’artista newyorkese Todd Bienvenu si traduce in stampe di ragazze al mare «che mi ricordano la spiaggia della mia Rimini». Il resto della collezione, come nella premessa-promessa di Giorgetti, non rimanda in passerella i capi in retrospettiva ma le citazione di se stesso, non del designer ma del marchio.

Il pizzo, per primo, parte del linguaggio di MSGM, forma camicie, giacche, pantaloni; le frange si poggiano su abiti in tweed che hanno cinture a crochet; le ruches degli abiti in taffetas color block; l’organza, i cappotti in tweed, le camicie con le ruches, le stampe con le rose giganti. Tutto ruota intorno al pop, e ai riferimenti pop art e pop music. Con Franco Battiato e Alice che cantano una colonna sonora pop-emotiva di grande e innegabile intelligenza. E con tutto questo Massimo Giorgetti firma una lettera d’amore alla moda e la firma MSGM. Grande soddisfazione per chi era partito quasi come in un gioco e si ritrova a raccontare i primi dieci anni di una scommessa.