Il fondatore e presidente emerito del marchio di abbigliamento sportivo ha dato 12 milioni di azioni a un’organizzazione anonima

 

Philip Knight di Nike Inc. ha donato quasi $ 1 miliardo delle scorte del produttore di abbigliamento a un’organizzazione benefica questa settimana.

Knight, 80 anni, fondatore e presidente emerito di Nike, ha dato 12 milioni di azioni, in base a un deposito regolamentare che non ha identificato il beneficiario oltre a notare che lui e sua moglie Penelope sono amministratori dell’entità.

I Cavalieri in precedenza hanno contribuito con centinaia di milioni di dollari all’Università dell’Oregon e alla Stanford University.

L’ultima donazione – del valore di $ 990 milioni quando è stata fatta mercoledì – rappresenta circa lo 0,7 percento delle azioni in circolazione della società e il 3,1 percento della sua fortuna da $ 32 miliardi, secondo il Bloomberg Billionaires Index, una classifica delle 500 persone più ricche del mondo.

È l’ultimo esempio di mega-filantropia. L’anno scorso Bill Gates ha donato $ 5 miliardi di azioni Microsoft Corp. alla sua fondazione, mentre Warren Buffett ha donato $ 3,4 miliardi in beneficenza a luglio.

Il mese scorso, Jeff Bezos, la persona più ricca del mondo, ha promesso $ 2 miliardi per i programmi prescolari nelle comunità a basso reddito e fornendo cibo e riparo alle famiglie senzatetto.

La Nike di Beaverton, in Oregon, non ha risposto immediatamente a un messaggio in cerca di commenti.