Overture of something that never ended: Gucci e il nuovo storytelling della moda

Overture of something that never ended: Gucci e il nuovo storytelling della moda

Gucci svela la sua nuova collezione ‘Overture of something that never ended’ attraverso l’omonima mini-serie in sette puntate dirette dal regista Gus Van Sant e dal direttore creativo Alessandro Michele. Il primo episodio è stato condiviso su molteplici piattaforme tra cui YouTube, Weibo e inserito nel sito dedicato GucciFest.com, festival di moda e cinema digitale che continuerà fino al 22 novembre, raggiungendo oltre 384mila views su YouTube, 235mila su InstagramTV, migliaia di commenti e reazioni raggruppati dagli hashtag #GucciFest e #GucciOverture anche su Twitter. La griffe ha lanciato così un nuovo modo di svelare le nuove proposte moda. Alessandro Michele ha più volte spiegato di voler costruire un percorso inedito, lontano dalle scadenze che si sono consolidate all’interno del mondo della moda e, soprattutto, lontano da una performatività ipertrofica che oggi non trova più una sua ragion d’essere, puntando a voler abbandonare il rito stanco delle stagionalità e degli show per riappropriarsi di una nuova scansione del tempo, più aderente al proprio bisogno espressivo”. Girata a Roma, la serie ha come protagonista l’attrice, artista e performer Silvia Calderoni e vedrà la partecipazione di altri volti noti vicini al brand fra cui il critico d’arte Achille Bonito Oliva, la coreografa Sasha Waltz, i musicisti Billie Eilish, Harry Styles e Florence Welch.

https://www.michelefranzesemoda.com/it/newsletter