Il nome Off-White finisce in tribunale. Il brand streetwear di lusso fondato da Virgil Abloh nel 2012 è stato citato in giudizio da OffWhite Co., omonima agenzia creativa con sede a New York, con l’accusa di aver utilizzato il nome già impiegato dalla stessa. A riportarlo è Wwd.

In una denuncia depositata presso il tribunale federale di New York domenica scorsa, OffWhite Co. ha affermato che la label di Virgil Abloh “viola i diritti relativi ai marchi registrati”, in quanto utilizza un nome che risulta essere “troppo simile” a quello dell’agenzia creativa attiva nel settore del marketing e del design del prodotto dalla fine degli anni Novanta, che vanta un portafoglio di clienti tra cui figurano Nike (con la linea Jordan), Ibm e Coca-Cola.

Stando a quanto riportato nel documento, la somiglianza dei nomi e la notorietà del brand Off-White avrebbero ‘offuscato’ l’operato dell’agenzia, impedendole, tra le altre cose, di contare sull’hashtag #OffWhite per pubblicizzare il proprio lavoro sui social media.

L’hashtag, infatti, indirizzerebbe gli utenti prevalentemente agli innumerevoli contenuti legati al brand, e non a quelli relativi alle attività dell’agenzia.