La scorsa settimana, il Governatore dello Stato ha ritirato l’incentivo per Nike a costruire l’impianto dopo aver annullato il rilascio della sua sneaker ‘Betsy Ross’, che è stata criticata per i legami con la schiavitù

 

Nike ha dichiarato giovedì che aprirà uno stabilimento di produzione a Goodyear, Arizona, con un probabile investimento di almeno 184 milioni di dollari, andando avanti con il sito dopo che lo stato dell’Arizona la scorsa settimana ha ritirato un pacchetto di incentivi a seguito della produzione di calzature cancellazione di una sneaker controversa.

Nike, che ha detto che l’espansione dovrebbe generare più di 500 posti di lavoro a tempo pieno, non ha fatto menzione della perdita dell’incentivo di 1 milione di dollari nella sua dichiarazione sul nuovo stabilimento.

Nike ha risposto a una richiesta di commento con un rinvio alla sua dichiarazione annunciando il nuovo impianto.

La scorsa settimana, il governatore dell’Arizona Doug Ducey, un repubblicano, ha ritirato l’incentivo per Nike a costruire la pianta dopo che il più grande produttore di abbigliamento sportivo del mondo ha annullato il rilascio di una sneaker con una versione coloniale della bandiera americana, che i critici dicono riflette legami con la schiavitù.

Nike la scorsa settimana ha detto che ha cancellato la sneaker perché temeva che “potesse offendere e sminuire involontariamente la festa patriottica della nazione”.

La società con sede a Beaverton, Oregon, fa parte di un gran numero di rivenditori che hanno affrontato grandi contraccolpo rispetto ai prodotti che attirano critiche per essere razzialmente insensibili. Nel mese di dicembre, Prada ha tirato prodotti accusati di raffigurare Blackface.

I funzionari dell’Arizona hanno detto che gli incentivi finanziari precedentemente ritirati non sono stati ripristinati.

Nike ha detto che i lavori di ristrutturazione degli edifici inizieranno entro la fine dell’estate e la produzione di suole Nike Air dovrebbe iniziare all’inizio del 2020.