FSI Mid-Market Growth Equity Fund deterrà una quota del 41,2 percento, mentre la famiglia Missoni continuerà a detenere il resto dell’attività

 

Il marchio di lusso a conduzione familiare Missoni ha ceduto una quota di minoranza alla società di private equity FSI Mid-Market Growth Equity Fund. Il fondo deterrà una quota del 41,2 percento, mentre la famiglia Missoni continuerà a detenere il resto dell’attività.

La direttrice creativa Angela Missoni rimarrà presidente della compagnia, con la madre Rosita che detiene il titolo di presidente onorario. Michele Norsa, ex amministratore delegato del gruppo di beni di lusso Salvatore Ferragamo, entrato in FSI lo scorso anno, si unirà come vice presidente. Anche Luca Missoni e Giacomo Missoni siederanno alla lavagna. L’amministratore delegato di FSI, Maurizio Tomagnini, ha dichiarato che l’investimento è stato di 70 milioni di euro (81,2 milioni di dollari).

Conosciuto per le sue stampe a zig-zag e per la maglieria immediatamente riconoscibili, il marchio italiano si concentrerà sull’espansione internazionale, sul consolidamento dei canali di vendita nei mercati chiave e sulla costruzione di gamme di prodotti come parte del suo piano di crescita.

“Le tre generazioni della famiglia Missoni, guidate da Rosita, sono contente di stringere questo accordo con FSI, un investitore italiano prestigioso e paziente con una rete internazionale”, ha detto Angela Missoni in una nota. “È particolarmente auspicabile che questa partnership sia forgiata nell’anno del nostro 65 ° anniversario, un tempo per celebrare la nostra storia”.

“La famiglia Missoni ci ha impressionato per la sua passione, l’energia creativa e la fedeltà senza tempo al marchio”, ha dichiarato Maurizio Tamagnini, amministratore delegato di FSI. “L’investimento in Missoni è una straordinaria opportunità per sostenere la crescita di questo marchio italiano unico in un leader globale.

“Nel 2016, Missoni ha registrato un fatturato totale di 61,62 milioni di euro. Oggi, il fatturato del marchio è di circa 150 milioni di euro, secondo l’azienda, che ha oltre 300 dipendenti.

Missoni fu fondata nel 1953 da Rosita e Ottavio Missoni in Italia a Varese. La figlia Angela ha assunto il timone creativo nel 1996. Due anni dopo, la linea sorella M Missoni ha lanciato una licenza con quello che sarebbe stato il primo marchio nel portafoglio ora noto come Valentino Fashion Group e di proprietà del gruppo di lusso della famiglia reale del Qatar, Mayhoola . (Nel 2017, M Missoni ha incassato $ 50 milioni all’anno, il 12% dei quali Missoni ha tenuto, secondo il Wall Street Journal). Tuttavia, nell’aprile del 2018, Missoni portò in azienda la linea sorella dopo la scadenza dell’accordo di licenza con Valentino Fashion Group.