“Marchio storico” a tutela del made in Italy

“Marchio storico” a tutela del made in Italy

Presentato a Milano il logo che identifica il Marchio storico d’interesse nazionale. Obiettivo di questo strumento messo a disposizione dal Governo alle imprese italiane è quello di “tutelare la proprietà industriale delle aziende storiche italiane, le nostre eccellenze, nella sfida verso la valorizzazione del Made in Italy, l’innovazione, la sostenibilità, la competitività internazionale”, si legge sul sito del Mise, il Ministero dello Sviluppo Economico. Il logo è stato istituito con il decreto firmato dal ministro Stefano Patuanelli, che disciplina le caratteristiche e le modalità d’iscrizione di un marchio al registro speciale ‘Marchio storico d’interesse nazionale’, come previsto dal Decreto Crescita. Il progetto iniziale risale al precedente Governo. Durante l’evento di presentazione, organizzato dal ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con Unioncamere, sono stati anche presentati i nuovi bandi delle misure per la valorizzazione di brevetti, marchi, disegni e per il trasferimento tecnologico delle attività di ricerca e sviluppo dalle Università e dagli enti di ricerca pubblici al sistema industriale. Un insieme di misure dal valore di oltre 50 milioni di euro con il quale il Mise si impegna a tutelare le imprese.