Lvmh ha chiuso il primo semestre 2018 con vendite pari a 21,75 miliardi di euro, in rialzo del 10% rispetto allo stesso periodo di un anno fa

 

LVMH ha chiuso il primo semestre 2018 con vendite pari a 21,75 miliardi di euro, in rialzo del 10% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Il risultato netto è pari a 3 miliardi, registrando un balzo del 41% su anno, con il risultato operativo arrivato a 4,6 miliardi (+28%).

A livello organico la crescita delle vendite, si spiega in una nota del colosso francese della moda e dello champagne, è stata del 12%, ed escludendo l’impatto della fine della concessione all’aeroporto di Hong Kong è pari al 14%. In merito al secondo trimestre dell’anno, le vendite sono salite dell’11%, in linea con le tendenze registrate da inizio anno.

“Gli eccellenti risultati del primo semestre testimoniano la forza dei nostri marchi e l’efficacia della nostra strategia”, ha commentato Bernard Arnault, pdg di Lvmh.

Per quanto riguarda la seconda parte dell’anno, nonostante la situazione incerta a livello geopolitico mondiale, Arnault ha detto che il gruppo “restera’ attento, contando sul talento delle nostre squadre e la passione condivisa per rafforzare ancora la nostra strada in un universo di prodotti di alta qualita”.

I risultati del primo semestre, si aggiunge nella nota, sono dovuti alla forte crescita in Asia e negli Stati Uniti, oltre che al buon debutto della divisione vini e spiriti.

Per quanto riguarda i marchi del lusso, si indica che la redditività di Louis Vuitton si mantiene ‘a livelli eccezionali’, inoltre i nuovi lanci di prodotto di Christian Dior sono stati ‘un successo’, Bulgari ha avuto una ‘performance eccellente’, così come è stata ‘buona’ quella del comparto occhialeria. Hanno registrato “una forte crescita” le vendite della catena di profumerie Sephora sia ‘in store’ che ‘on line’.

Il gruppo pagherà un acconto di dividendo di 2 euro il 6 dicembre 2018.

Andando a vedere nel dettaglio le diverse divisioni del gruppo, il settore vini e spiriti ha registrato un calo dell’1% delle vendite a 2,271 miliardi (+7% a livello organico) con un risultato operativo di 726 milioni, in crescita del 7%; la divisione moda e accessori ha fatto segnare un +25% a 8,59 miliardi (+15% organico) con un risultato operativo di 2,775 miliardi (+27%); profumi e cosmetici ha avuto vendite in crescita +8% a 2,877 miliardi (+16%) e un risultato operativo di 364 milioni (+25%), orologi e gioielli +8% le vendite a 1,978 miliardi (+16%) e +46% a 342 milioni il risultato operativo; mentre la divisione distribuzione ha segnato un +1% a 6,325 miliardi (+9%) per quanto riguarda le vendite e un +39% a 612 milioni in merito al risultato operativo