La prossima cerimonia del Premio LVMH per i Giovani Designer è prevista per il 4 settembre a Parigi

 

La sua leggendaria carriera nella moda è stata innescata da un premio. Nei suoi anni crepuscolari, ha agito come giudice per il Premio LVMH per i giovani stilisti, lasciando la maggior parte dei contendenti starstruck.
E ora sarà immortalato con un premio di moda a suo nome. LVMH Moot Hennessy Louis Vuitton ha confermato in esclusiva alla WWD che il suo Premio Speciale d’ora in poi sarà nominato Premio Karl Lagerfeld.

Il primo sarà presentato durante la sesta edizione del concorso il 4 settembre alla Fondation Louis Vuitton.
“Karl Lagerfeld, direttore creativo della Maison Fendi dal 1965, è stato coinvolto nel premio dal suo lancio”, ha detto Delphine Arnault, la forza dietro il concorso di design di alto profilo. “Era pienamente impegnato fin dal primo giorno, trasportandoci con il suo entusiasmo e la sua energia, condividendo con tutti, sia altri membri della giuria o candidati, la sua cultura e la sua passione per la moda. Noi terremo sempre a cuore quei momenti preziosi.
Talent scout chiave del conglomerato di lusso francese e secondo dirigente del marchio di punta Louis Vuitton, Arnault ha aggiunto che il Premio Karl Lagerfeld “perpetua naturalmente la vicinanza che abbiamo sviluppato nel corso degli anni ed è un omaggio all’unicità dell’uomo genio creativo, alla sua capacità di trasformare Parigi nella capitale della moda del mondo.”

Il vincitore del premio Karl riceverà 150.000 euro e un programma di mentoring di un anno fornito da un team LVMH dedicato che offre competenze in settori come la proprietà intellettuale, l’approvvigionamento, la produzione, la distribuzione, l’immagine, la comunicazione e il marketing.
Fondato nel 2014 e unico nel suo processo di applicazione solo online, il Premio LVMH è aperto a chiunque abbia meno di 40 anni che ha prodotto e venduto almeno due collezioni pret-a-porter da donna o da uomo. Ogni anno vengono riconosciuti anche tre laureati delle scuole di moda.

Il premio di quest’anno ha attirato più di 1.700 candidati da oltre 100 paesi.

Karl Lagerfeld visits the Jahnkoy booth at the LVMH Prize presentation.

Karl Lagerfeld visita lo stand Jahnkoy alla presentazione del Premio LVMH 2017. Stéphane Feugère

Lo speciale Karl Lagerfeld Prize è destinato ad essere ambito, data la sua statura come una delle figure di moda più affermate e ammirate del secolo scorso per il suo lavoro a Chanel, Fendi, Chloé e il suo marchio di firma. Morì lo scorso febbraio all’età di 85 anni.

Lagerfeld notoriamente vinse un premio dalla Segreteria Internazionale della Lana nel 1954, così come Yves Saint Laurent, dimostrando il potenziale e il valore di tale riconoscimento precoce.
I finalisti del Premio LVMH di quest’anno – che viene fornito con 300.000 euro più un anno di coaching da esperti di LVMH a conduzione familiare – sono Anrealage, progettato da Kunihiko Morinaga; Bethany Williams; Bode di Emily Adams Bode; Hed Mayner; Kenneth Ize; Phipps di Spencer Phipps; Stefan Cooke di Stefan Cooke e Jake Burt e Thebe Magugu.

Come di consueto, la giuria è allestita con star della moda l’LVMH tra cui Maria Grazia Chiuri di Dior, Marc Jacobs, Nicolas Ghesquière di Louis Vuitton, Jonathan Anderson di Loewe, Kris Van Assche di Berluti e Clare Waight Keller di Givenchy, così come i dirigenti Delphine Arnault, Jean-Paul Claverie e Sidney Toledano.
In passato, la giuria ha consegnato premi speciali a Hood da Shayne Oliver di Air, Simon Porte Jacquemus e altri. Tra i vincitori del primo premio figurano Masayuki Ino di Doublet, Marine Serre, Grace Wales Bonner e Marta Marques e Paulo Almeida di Marques’Almeida.

Lagerfeld ha adottato un approccio senza volo ai giovani vincitori e contendenti, la maggior parte dei quali è stata colpita per interagire con l’icona della moda.

Il premio inaugurale andò al designer canadese Thomas Tait, la cui sottomissione ai giudici includeva un libretto di incisioni delicate come i raggi X con una corrente di supereroi. “È un artista in un certo senso”, disse Lagerfeld di Tait all’epoca. “Lui schizza molto bene, e come sapete, mi piacciono gli schizzi.”

Il nuovo premio Karl è l’ultimo tributo guidato da LVMH al defunto designer, che aveva stretto una stretta amicizia con il presidente e amministratore delegato di LVMH Bernard Arnault e con sua moglie Helene, un’acclamata pianista. Più recentemente, Fendi, di proprietà di LVMH, dove Lagerfeld aveva disegnato le sue pellicce e rtw dal 1965, gli ha dedicato la sfilata couture autunno 2019 a Roma, sfilando 54 look, uno per ogni anno del suo celebre mandato lì, e alcuni ispirati dalle sue collezioni passate.

Nel frattempo, il marchio Karl Lagerfeld ha arruolato una serie di suoi famosi amici e ammiratori, da Cara Delevingne e Kate Moss a Lewis Hamilton, per disegnare camicie bianche che verranno esposte durante la settimana della moda di Parigi a settembre e poi messe all’asta per beneficenza.