Luxottica è la quarta società al mondo per fatturato nel settore della moda e del lusso, con vendite per 10 miliardi di dollari registrate nel 2016

 

Nella classifica globale il gruppo italiano dell’occhialeria segue la francese Lvmh, la statunitense The Estée Lauder Companies e la svizzera Richemont.

Inoltre al 19esimo posto della classifica mondiale si piazza Prada e al 24esimo Giorgio Armani, secondo quanto emerge dalla quinta edizione del ‘Global Powers of Luxury Goods’, lo studio annuale di Deloitte che esamina i primi cento gruppi del settore Fashion & Luxury a livello globale, sulla base delle vendite consolidate nell’anno fiscale 2016.

Le cento più grandi aziende di beni di lusso al mondo hanno generato vendite per 217 miliardi di dollari nel 2016, con una media di 2,2 miliardi di dollari per società, con i cinque più grandi player del lusso che hanno riaffermato la propria leadership in classifica.

A tassi di cambio costanti, il tasso di crescita per i primi cento gruppi del settore è stato dell’1%, 5,8 punti percentuali in meno rispetto al 6,8% della crescita ottenuta nell’anno precedente.

E con 24 aziende nella Top 100, l’Italia è il primo Paese del settore a livello di presenza. Il Paese guida anche la classifica delle venti aziende a più elevato tasso di crescita con 6 società su 20 tra cui spiccano Valentino e Furla.

Per le imprese italiane resta però il problema delle dimensioni, inferiori a quelle dei concorrenti internazionali. In termini di fatturato il perimetro medio delle aziende italiane è di 1,4 miliardi di dollari.

Per i gruppi francesi, invece, il dato medio di riferimento è di 5,8 miliardi, per quelli statunitensi è di 3,4 miliardi e per quelli svizzeri di 3 miliardi.

In termini di volume medio i gruppi italiani hanno valori superiori a quelli di Spagna, Germania e Regno Unito.

 

Ami la moda e vuoi essere sempre aggiornato? SEGUICI!!!