KARLXKAIA, è nata la co-lab tra Lagerfeld e Kaia Gerber

KARLXKAIA, è nata la co-lab tra Lagerfeld e Kaia Gerber

Nessuno può fermare l’avanzata della baby Crawford. Kaia Gerber, a soli sedici anni, firma una limited edition assieme al grande Lagerfeld

 

KarlXKaia sarà presentata il prossimo 30 agosto ma vi diamo alcune anticipazioni.

Tra i due è nata una forte sintonia. La stima che il kaiser della moda riserva alla baby top model è

Mame Moda KarlXKaia, la co-lab tra Lagerfeld e Kaia Gerber. KarlXKaia
LO SCATTO CHE ANNUNCIA IL SODALIZIO

da rintracciare agli esordi nel fashion biz della secondogenita della musa degli anni Novanta di Versace.

Il direttore creativo della celebre maison francese ha ritratto Kaia per la campagna pubblicitaria primavera/estate 2018.

La giovane musa di Chanel si rilassa adagiandosi sul divano appartenuto a Mademoiselle Gabrielle Bonheur in persona.

Inoltre, la Gerber, è presenza costante sulle passerelle firmate da Chanel anche se, a dire il vero, il suo viso impazza anche nei defilé di Miu Miu e Saint Laurent, solo per citarne alcuni.

In mattinata, a dare l’annuncio della co-lab, è stato lo stilista che, sul suo profilo Instagram ha dichiarato: “È ufficiale, KARL LAGERFELD presenterà una collezione esclusiva  con la modella del momento Kaia Gerber, in uscita il 30 agosto.”

La limited edition sarà composta da capi ready-to-wear e da una serie di accessori.

Mame Moda KarlXKaia, la co-lab tra Lagerfeld e Kaia Gerber. Divano Chanel
LA CELEBRE ADV CHANEL PRIMAVERA/ESTATE 2018 FIRMATA DA KARL LAGERFELD

 

“Sin da ragazzo, rivela una straordinaria passione e predisposizione per le arti. Quando arriva nella Parigi anni ’50, non ancora quindicenne, per finire gli studi secondari, non sa ancora da quale arte sarà prescelto: vorace e onnivoro, nutre una crescente passione per il ‘700, per l’eclettismo e cosmopolitismo di quel Grand Siècle. Il gusto innato per il futile e l’effimero e la sua perizia nel disegno lo predestinano alla moda: sedicenne vince il primo premio, ex aequo con Yves Saint-Laurent, del concorso bandito dal Segretariato Internazionale della Lana ed è chiamato da Pierre Balmain a lavorare nel suo atelier di haute couture.”