Karl Lagerfield ha annunciato l’intenzione di non utilizzare più pellicce nei suoi capi. Anche AM Retailing Group, che gestisce i negozi Lagerfeld, e la casa madre statunitense G-III Apparel Group, hanno preso la stessa decisione. Anche se è il nome Lagerfeld ad attirare l’attenzione, la volontà di AM Retail di eliminare la pelliccia è molto importante, perché il gruppo non gestisce solo gli store Karl Lagerfeld Paris, ma anche altre catene come Wilsons Leather, GH Bass & Co e Calvin Klein Performance. La notizia è stata diffusa dall’associazione contro la violenza sugli animali Peta, che ha sottolineato come la decisione rifletta le posizioni degli odierni “acquirenti etici”, aggiungendo che “i divieti sulle pellicce sono la dimostrazione che il settore moda sta cambiando, per soddisfare la crescente domanda di lusso animal-friendly”.  Karl Lagerfeld utilizzava regolarmente la pelliccia nelle sue collezioni, ma negli ultimi anni il numero di griffe che l’hanno eliminata è aumentato sempre più, basti pensare a Burberry, Chanel, Prada, Gucci, Michael Kors e Versace.