Jean Paul Gaultier celebra i suoi 50 anni nella moda con un fantastico spettacolo nell’ultimo giorno della stagione dell’alta moda parigina. Boy George ha aperto lo show con una versione entusiasmante di “Back to Black” di Amy Winehouse su un palcoscenico affollato con una ventina di modelle in look fetish funky. All’improvviso, poi, sei ballerini in kilt, canottiere e stivali dell’esercito hanno marciato portando una bara tutta nera con giganteschi capezzoli a cono – ricordando il leggendario reggiseno conico e il corsetto usato da Madonna per il suo tour “Blonde Ambition” del 1990. Dalla bara è emersa non una defunta ma una sposa tutta in bianco, che ha attirato un boato di approvazione da parte del folto pubblico di 1.500 persone nello storico Théâtre du Châtelet di Parigi. A testimonianza della importanza di Galtier nella moda, c’era praticamente uno stilista in ogni corridoio: Dries Van Noten, Nicholas Ghesquière, Kenzo Takada, Clare Waight Keller, Viktor & Rolf, Christian Louboutin, Ulyana Sergenko e Ines de la Fressange, tutti uniti in una standing ovation finale. Con circa 150 look, il mastodontico addio includeva una selezione di passerelle fetish di Gaultier – Yasmin Le Bon, Rossy de Palma, Jade Parfitt ed Erin O’Connor – insieme alle superstar di oggi – Bella e Gigi Hadid e Irina Shayk. “Per il cinquantesimo anniversario volevo essere fedele ai temi che mi ossessionano da sempre: jeans, corsetti, marinai e androginia”, ha spiegato Gaultier che, nonostante fosse il suo ultimo spettacolo in passerella, ha debuttato con una nuova linea Haute Couture Upcycling. Applausi per tutti gli artisti, fra cui Béatrice Dalle, Carla Bruni, Eva Herzigová, Karlie Kloss.”Tutto mi ispira. E così sarà con le mie nuove avventure, il meglio deve ancora venire” ha concluso il grande couturier di 67 anni.