H&M, re della vendita al dettaglio, ha presentato il suo nuovo sorprendente concept store  H&M Sergels Torg, che prende il nome dal quartiere centrale dello shopping di Stoccolma dove è situato. Il negozio presenta una serie di idee e modelli di business innovativi. Il nuovo flagship ha un aspetto da loft con colori tenui, un interior design modulare senza pareti, e un Beauty Bar al secondo piano che aprirà alle 7:30 del mattino, permettendo alle clienti più mattiniere di farsi un manicure o truccarsi mentre si recano al lavoro, oppure di bere un cappuccino al “coffee truck” adiacente. La novità più grande è l’implementazione di H&M Rental Service, che offre una selezione di circa 50 abiti eleganti, vestiti da sposa ed esotici top da sera che possono essere affittati per una settimana ai membri del programma fedeltà di H&M per 350 corone svedesi al pezzo. Le taglie vanno dalla 34 alla 48, e il prezzo degli articoli da 60 a 300 euro. Il nuovo concept store di 3.200 metri quadrati comprende un grande contenitore per il riciclaggio color ardesia. H&M ne ha dotato la maggior parte dei suoi negozi, offrendo buoni acquisto per il 15% del prezzo d’acquisto degli indumenti restituiti. Nel 2019, il brand raccoglierà 25.000 tonnellate di vestiti usati, ovvero l’equivalente di 150 milioni di t-shirt. L’immensa boutique è illuminata solo da lampadine LED a risparmio d’energia. Pavimenti e scaffali seguono la stessa logica di sostenibilità. H&M si rifornisce principalmente con energie rinnovabili e il 96% della sua elettricità proviene già da fonti sostenibili, vale a dire da energie non fossili come l’eolico, il solare, l’idroelettrico o il nucleare. I consumatori che hanno scaricato la app di H&M possono ora scannerizzare le etichette Consciousclusive, che rivelano l’esatta composizione di ogni vestito e il nome del fornitore.