La Bomba, la Palapa e Spinner combattono per chi ha più spazio in spiaggia

 

La moda a volte va a sbalordire, estremi apparentemente incomprensibili. Il gigantesco cappello da sole di paglia dell’estate 2018 è uno di quelli.
Questo copricapo è più grande di alcuni tappeti. Ma per certi appassionati di moda, è l’ultimo inesprimibile, venduto quasi ovunque, tubato online e di persona.

“Mai nessuna cosa che abbia mai indossato ha attirato così tanta attenzione”, ha detto Jeanette Jones, una pubblicista aziendale di Toronto in visita a Parigi con il suo cappello Lola Spinner. “Le donne continuano a fermarmi per strada e ad impegnarmi”.
“La gente si spezza il collo, in senso buono, quando mi vedono in questi enormi cappelli”, ha detto Daniella Van Graas, modella e attrice che vive a New York. “Sono davvero delle dichiarazioni di moda.”

Per dare ai lettori ignari un’idea, la più grande di loro, il Cappello Palapa, del team di design messicano Olmos & Flores, ha un bordo alto 22 pollici e mezzo con una frangia di quattro pollici. Questo è più del doppio della distesa del già considerevole Eric Javits Giant Floppy, indossato da Serena Williams sulla copertina del numero di agosto della rivista InStyle.

E chi ha bisogno di “It” Girls quando ci sono le Hat Girls: la modella americana Bella Hadid, Denni Elias, un blogger dal Messico, e Giovanna Battaglia Engelbert, una fashion editor italiana. Come ha sottolineato Jacqueline Lamont, professore associato al Pratt Institute, che è anche una modista, “molte di queste giovani donne non hanno mai indossato cappelli prima. Ora indossano queste grandi ed eleganti creazioni “.

 

 

Il cappello più chiacchierato sul mercato è il Grand Chapeau La Bomba, del designer francese autodidatta Simon Porte Jacquemus e al prezzo di circa $ 700. La Bomba è un cerchio geometricamente perfetto di paglia di grano, con lo stesso orlo di 21 pollici e mezzo piegato su un lato per sfoggiare lo stesso stile chic del Sud della Francia che è evidente nei suoi modelli di abbigliamento. visibilità e flirt. (Se entrambi i lati fossero arrotolati, sarebbe diventato un gigantesco tricorno napoleonico).

È stato prudentemente prodotto anche con un bordo di 12 pollici. O cappello poteva essere zavorra per quell’altro attuale best seller di Jacquemus, la borsetta Sac Chiquito.

Leo Maribo, un giovane compratore del lussuoso negozio di pellicce e abbigliamento di Copenaghen Birger Christensen, ha provato a La Bomba in un viaggio a Parigi. “È leggero e confortevole”, ha detto, “ma molto difficile da incorporare nella vita di tutti i giorni.” Il signor Maribo ne ha acquistato uno solo per il negozio, “per l’uso commerciale”. È stato spedito, ha ricordato, in una scatola gigante, come una TV a schermo piatto.

Emma Rosenzweig, una modella danese che ha lavorato per Balenciaga, ha subito avvistato il cappello in una vetrina di Birger Christensen e l’ha comprata da indossare nel suo matrimonio di maggio a Tal R., un artista, invece di un velo. “Quando ci siamo baciati dopo la cerimonia, ho potuto nascondere sia me che mio marito sotto il cappello”, ha detto.

Melissa Dunne, una stilista, ha comprato la più piccola La Bomba, “per fortuna prima che si esaurisse. È indossabile e gestibile, ma comunque piuttosto grande e ingombrante “, ha affermato. Definendolo “uno status symbol molto costoso”, lo ha trovato “sicuramente attirando l’attenzione. Non finisco i complimenti quando lo indosso, anche nelle strade di Boston, “dove vive.

 

Solo poco tempo dopo che il signor Jacquemus progettò La Bomba a Parigi, il cappello Palapa emerse da Guadalajara, in Messico, chiamato per una capanna sulla spiaggia con un tetto di paglia simile ad un ombrello popolare in Baja California.

I suoi designer, Ali Daniel Flores e Victor Olmos, hanno concepito la loro creazione di paglia di palma reale come tributo al sombrero – considerato come un imbarazzo per la gioventù odierna del Messico – e per aiutare a ripristinare le tradizioni locali di tessitura della paglia.

Un piccolo scandalo su Internet è scoppiato quando Vogue Mexico ha ritratto il cappello Olmos & Flores in cima alla signora Hadid, attribuendolo erroneamente a Mr. Jacquemus.

Ha permesso all’immagine di diventare virale, con una didascalia che indicava che era sua. Diet Prada, un account Instagram che espone i disegni di copioni, è intervenuto e ha fatto il fischio al designer francese. La sua risposta: “notizie false”.

 

 

Grazie in parte a questo kerfuffle, la Palapa sta vendendo vivacemente in Messico, e potrebbe presto essere venduta all’estero. Pieghevole per i viaggi, si presenta alle spiagge e al chiuso come arte muraria. Per quanto riguarda il camminare in esso? “Penso che potresti, ma sarebbe un po ‘complesso”, ha detto il signor Flores. “È difficile da indossare ogni giorno.”

Poi c’è lo Spinner, una superba resa in paglia della cerata Southwester, il cui bordo posteriore allungato impedisce alla pioggia di scorrere lungo il retro del collo dei marinai. Sviluppato dal designer newyorkese Lola Ehrlich, l’orlo di Spinner misura 16 pollici nella parte posteriore e otto e mezzo nella parte anteriore.

Realizzato in nastro di rafia stretto a zigzag, questo mega-cappello è facile da fissare o arricciare, così il viso è visibile e lo spazio è meno comune. È anche elogiato per tornare rapidamente alla sua forma originale. “Non è come indossare un’enorme meridiana sulla tua testa; si piega intorno al viso in modi diversi “, ha detto Kirsten Ulve, illustratrice a New York, del suo Spinner.

Può anche collassare in dimensioni laptop o essere arrotolato, come un tappetino yoga, per viaggiare.

Inizialmente conosciuto come lo zerbino, questo stile è stato introdotto nel 2002 con un bordo di 12 pollici relativamente spigoloso. “L’ho indossato sin dall’inizio, subito dopo la nascita del nostro primo bambino”, ha detto Anya Ziourova, un’altra fashion editor. “E ‘stato fantastico – entrambi eravamo ben protetti dal sole.”

Persino un tappo del traffico come il suo Spinner “deve essere adatto alla vita che conduciamo ora”, ha detto la signora Ehrlich, una trentenne veterana del commercio di cappelli.