È sempre difficile prevedere chi indosserà cosa la notte degli Oscar, ma occorre avvertire gli stilisti di Los Angeles: non ci saranno molte star del cinema meglio vestite degli uomini che indosseranno l’ultima collezione di Givenchy, il cui finale è stato assolutamente sublime. Ispirato al Maharaja di Indore, un aristocratico indiano dalla ricchezza favolosa, che dopo aver studiato ad Oxford visse una vita ultra-cosmopolita nell’Europa degli anni ’30, questa collezione di moda è stata davvero sbalorditiva. Tutto questo esuberante glamour, ma addizionato di un seducente tocco western, ha dato vita alla collezione Autunno-Inverno 2020 di Givenchy, terminata trionfalmente su un abito da sera nero in crêpe, tagliato con destrezza, con strisce rosse e indossato su una camicia bianca dal colletto gigantesco, seguito da un gilet doppiopetto bianco con un favoloso drappeggio.  I due erano abbinati a pantaloni da smoking a vita alta rifiniti con ampie cinture in gros grain integrate, con chiusure lampo. Il pezzo migliore di tutti è stato un notevole cappotto da sera doppiopetto ornato con grappoli di perle di giada e collane pendenti: un dio del rock al culmine del suo stile. In sintesi, couture maschile tra Bombay e Parigi, ideale per Hollywood il mese prossimo.