I rapporti McKinsey e Oxford Economics sugli scenari della moda nel 2021 disegnano alcune tendenze in base all’andamento dell’industria dei viaggi e al turismo internazionale, che dovrebbe tornare ai livelli prepandemici solo fra il 2023 e il 2024. Anche prima dell’emergenza sanitaria, le eccessive giacenze dell’industria della moda e i diffusi sconti facevano sì che solo il 60% dei capi fosse venduto a prezzo pieno. La pandemia ha fatto peggiorare il problema delle giacenze e le aziende dovranno adattarsi alla nuova mentalità dei consumatori “less is more”, che include una preferenza per beni più duraturi, di qualità superiore e prodotti sostenibili. I dirigenti della moda stanno già rispondendo riducendo gli articoli a magazzino, analizzando meglio le informazioni sui clienti, riducendo i tempi di sviluppo dei prodotti e allontanandosi dal calendario stagionale della moda.

Scopri le emozioni del mondo di Michele Franzese Moda e iscriviti alla newsletter: tante opportunità ed extrasconti per te:

https://www.michelefranzesemoda.com/it/newsletter