Cantanti, dee-jay e rapper stanno collaborando con i marchi della moda per creare collezioni di capi e accessori in edizione limitata. Da Eminem a Jay-Z, passando per Beyoncé e Rihanna

 

Eminem ha infuocato il palco a Milano. Il rapper americano, oggi 45enne, è ancora sulla cresta dell’onda. Sono lontani i giorni della sua interpretazione cinematografica nel film 8 Mile, certo.

E fortunatamente anche quelli dei suoi problemi legali, di quando, on stage, distruggeva l’inverosimile durante i suoi concerti. Ma non è svanita, per nulla, la sua fama. Anzi. Qualche giorno fa, Eminem è stato chiamato per realizzare una collezione in edizione limitata con Rag & bone dal nome The icon project.

La collaborazione è stata annunciata dal rapper stesso sul suo sito web e includerà capi con testi e riferimenti a tutto ciò che lo ha sempre circondato. La linea sarà declinata in una felpa in tre colori diversi e alcune T-shirt con dei design grafici speciali co-creati dal brand e dal rapper, ognuno dei quali con un nome diverso tra cui Kamikaze, Success e Graffiti.



Non è la prima volta che il mondo della musica collabora con il mondo della moda e viceversa. Recentemente anche Balmain ha chiamato la star Beyoncé. Dopo averla vestito a Coachella e durante il tour mondiale con il marito Jay-Z, Olivier Rousteing, direttore creativo della maison controllata da Mayhoola for investments,ha realizzato con lei una limited edition di felpe e T-shirt ispirata ai look dell’evento.

«La collaborazione per Coachella è stata una delle esperienze più importanti per la mia carriera», ha detto Rousteing. «Beyoncé è una dea, con una voce meravigliosa, e il suo livello di perfezionismo assomiglia molto al mio». Il ricavato della vendita servirà a sostenere lo United negro college found.

Anche Rihanna continua la sua carriera di designer a capo del brand Fenty x Puma. Per non farsi mancare proprio nulla, dopo il beauty, lo scorso giugno, la popstar ha annunciato anche il lancio di Savage xccessories, una collezione di 10 pezzi fetish-chic, che include maschere per gli occhi, cuscini in raso e pizzo, giarrettiere, tute e body.

Anche Jay-Z si sta avvicinando al mondo della moda, non solo come icona di stile. Infatti, il rapper e produttore discografico è stato recentemente nominato nuovo direttore di Puma basketball, e si occuperà della gestione delle campagne pubblicitarie. Il creativo aiuterà anche a scegliere i nuovi giocatori Nba e le celebrities che potrebbero rappresentare al meglio l’azienda.



È il momento anche di Miley Cyrus, che ha collaborato con Converse creando una collezione unisex glitterata e declinata nelle tonalità pastello. «Converse non ha confini. Mi sono sempre identificata con questo marchio perché rappresenta diverse culture e percorsi di vita, con un’accessibilità unica», ha dichiarato la popstar in occasione del lancio del co-branding.

Non si può dimenticare, poi, il mondo dei rapper amanti dello streetwear. Nel passato, Fendi ha realizzato una capsule collection maschile firmata da Silvia Venturini Fendi in collaborazione con il cantante Tae Yang. Capospalla, T-shirt e accessori che remixano il Fendi vocabulary secondo lo stile dell’artista coreano. Louis Vuitton, invece, è stato scelto da Drake come palcoscenico per lanciare il singolo Signs, colonna sonora della sfilata uomo primavera-estate 2018. Mentre, il collettivo A$ap mob, guidato da A$ap Rocky, ha titolato una canzone Raf in tributo a Raf Simons e nel video veste look d’archivio firmati dal designer belga.


Last but not least, Diesel. Il rapporto tra Federico Lucia, in arte Fedez, e il marchio di Renzo Rosso, è stato battezzato lo scorso 1 giugno, sul palco dello stadio San Siro, in occasione del concerto evento, connubio dei due anni di sodalizio artistico con il collega J-Ax. Fedez ha indossato i look della collezione primavera-estate 2018 di Diesel. «È un brand italiano conosciuto nel mondo e già solo per questo sono orgoglioso che abbia voluto collaborare con me», ha commentato l’artista, «inoltre, rappresenta da sempre un’idea di stile urban che mi appartiene e in cui mi riconosco».

La collaborazione col cantante rientra nella nuova strategia del marchio Diesel, che vale oggi il 60% del fatturato di Otb group, holding che ha chiuso il 2017 a 1,52 miliardi di euro.