Balmain sarà costretto a cambiare logo. Il motivo? Laura Biagiotti ha avuto la meglio sul luxury brand francese, che lo scorso dicembre aveva presentato un nuovo logo, giudicato da molti troppo simile a quello a quello della storica casa di moda romana.

Le similitudini tra i due segni distintivi era stata al centro di polemiche scattate online appena la griffe del gruppo Mayhoola aveva svelato il nuovo logo: numerosi account Instagram, capitanati da Diet Prada, avevano prontamente evidenziato l’eccessiva somiglianza con il classico logo di Laura Biagiotti.

L’indignazione, dai social, dev’essersi tramutata nei mesi in un contenzioso tra le due parti coinvolte. Questa mattina, infatti, un comunicato stampa diramato dall’azienda italiana recitava, infatti: “Biagiotti Group Spa, Pierre Balmain Sas e Balmain Sa, sono liete di comunicare di avere composto amichevolmente ogni questione relativa ad una possibile interferenza tra la nuova grafica del monogramma Balmain ed il logo “LB” del Biagiotti Group. Sulla base di tale accordo, a partire dalla collezione P/E 2020, Balmain inizierà ad utilizzare una nuova versione del proprio monogramma, che sarà presentata al pubblico in tale occasione”.