Cosa si sta muovendo nel mercato del lusso di seconda mano?  

 

Orso e Bosco sono terrier di Boston, una razza di cani che in genere non pesa più di 25 chili. Ma Orso e Bosco, il cui proprietario è Alessandro Michele, il barbuto e oracolare savant di un direttore creativo di Gucci, potrebbero anche essere dei juggernauts.

Le loro sembianze sono ricamate in capi Gucci – insieme a un serraglio di api, fantasmi e sentimenti gnomici sulla cecità e l’amore – e gli indumenti Gucci, secondo un rapporto pubblicato questa settimana dal RealReal, il gigante online di beni di lusso, vende, vende, vendita.

Il RealReal ha sede a San Francisco, con negozi di mattoni e malta a New York e Los Angeles.

Ha autenticatori ed esperti che accettano invii di articoli di lusso (moda, accessori, gioielli, articoli per la casa e arte) e li offrono sul suo sito web ben fornito e nei suoi negozi.

La società autentica le spedizioni, fissa i prezzi e gestisce la fotografia e la spedizione; gli speditori ricevono una percentuale della vendita.
RealReal ha spostato milioni di prodotti, dice, quindi ha dati considerevoli su ciò che i clienti cercano e acquistano.

I suoi marchi più importanti non sono quelli che si potrebbero ottenere per grandi quantità della popolazione degli acquisti (anche per gli sconti di seconda mano), ma nel mondo del lusso dei beni di lusso, tenere traccia dei cambiamenti nelle ricerche e nelle abitudini di spesa è un indicatore affidabile quanto uno qualsiasi le fluttuazioni dell’argento vivo del calore e del ronzio.

I 10 principali marchi di moda che sono stati perquisiti quest’anno, secondo il rapporto di RealReal sullo stato di lusso per la seconda metà del 2018, sono molti di quelli che indovinerai.

Ma anche i potenti possono cadere. Il marchio più ricercato sul sito è ora Gucci, che ha eliminato Chanel dal suo primo posto lo scorso anno. (Louis Vuitton è la seconda più ricercata: Christian Louboutin e Hermès completano i primi cinque).

Chanel può dire questo, almeno: in termini di vendite e spedizioni, mantiene il suo primo posto come il marchio numero 1 per gli utenti identificati come donne millenarie, un pubblico ricercato. Ma le vendite di Gucci sono aumentate di più, con un aumento del 62% in tutte le fasce d’età.

Per gli uomini millenari, Rolex era il marchio più acquistato, seguito da Gucci, Louis Vuitton, Cartier e Hermès.

Supreme, il marchio di skate di New York il cui prodotto settimanale “drops” può occasionalmente decollare e vendere immediatamente, e alimentare un fiorente mercato di rivendita, sembra muoversi più in una direzione rispetto all’altra. È il marchio numero 6 consegnato da uomini millenari ma non ha decifrato le 10 migliori marche acquistate da uomini millenari.

Quei occhi maschili millenari possono essere addestrati su inseguimenti più elevati: le ricerche sono su tutta la linea per camicie hawaiane (fino all’84 percento); “Papà cappelli”, in cui, per essere onesti, i traffici supremi (67 per cento); e marsupi (614 per cento).