Gucci non produrrà più pellicce: dalla prossima stagione primavera/estate arrivano le collezioni fur free

Dopo Calvin Klein, Ralph Lauren, Tommy Hilfiger e Armani, anche la maison fiorentina ha detto addio alle pellicce, dando un caloroso benvenuto alle collezioni fur free dopo aver aderito alla “Fur Free Alliance”, un’organizzazione con lo scopo di fermare lo sfruttamento e l’uccisione degli animali per utilizzarne la pelliccia nel settore dell’abbigliamento.
Dunque, tutti i capi ed accessori Gucci saranno rimpiazzati da prodotti con finta pelliccia e nuovi tessuti.

«Pensate che usare le pellicce oggi sia ancora moderno? Io non penso che sia moderno e per questo abbiamo deciso di lasciare perdere. Sono fuori moda»

Così commenta Marco Bizzarri, amministratore delegato di Gucci, nel motivare la decisione della maison, spiegando che i clienti più giovani sono sempre più attenti alla sostenibilità ambientale nella moda, e così i creativi e gli stilisti, che altrimenti «non verrebbero a lavorare per Gucci».