Calvin Klein, a trent’anni dalla morte di Andy Warhol, ha deciso di rinnovare il rapporto del marchio con le icone nel campo della moda

Il legame tra Andy Warhol e la moda risale ai suoi primi anni d’artista, quando le sue argute fotografie di scarpe attirarono l’attenzione di Vogue e Harper’s Bazaar. Negli anni 1970, la connessione divenne più personale quando Warhol divenne amico di una nuova generazione di stilisti newyorchesi tra cui figurava anche Calvin Klein. Klein aveva l’obiettivo di ritrarre una nuova essenza puramente americana nelle sue creazioni, ideale che si fondeva perfettamente con gli interessi di Warhol.

Il cambiamento

Ora, 30 anni dopo la morte di Warhol, Raf Simons direttore artistico di Calvin Klein intende rinnovare la relazione tra la grande casa di moda americana e l’icona degli artisti americani. Grazie a The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts, Simons sta creando ciò che vede come una profonda collaborazione con il genio eterno di Warhol, basata sugli ideali creativi che condividono. Come l’arte di Warhol, i modelli di Simons per il 2018 e oltre sono volti a includere il luogo e i tempi in cui viviamo.

L’idea

Calvin Klein ha annunciato una collaborazione pluriennale con The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts, che permetterà al marchio di moda di avere accesso alle opere dell’artista. Dal canto suo l’impegno finanziario di Calvin Klein, Inc. andrà a sostenere la fondazione che distribuisce sussidi a favore della creazione, presentazione e documentazione dell’arte visiva contemporanea. La partnership sarà in vigore fino al 2020 e si estenderà a progetti di licensing in varie linee d’attività e iniziative future nel portfolio del brand.

Vieni a scoprire la collezione esclusiva di capi presenti nel nostro shop online!