La storia di Boglioli attinge alle radici dei primi anni del 1900, quando la famiglia Boglioli fece il suo ingresso nel mondo della sartoria maschile nella pittoresca cittadina italiana di Gambara, situata nella provincia di Brescia.
Con una reputazione ben consolidata e un profondo know-how nell’arte della sartoria, negli anni ’60, Boglioli decise di condividere la sua preziosa esperienza artigianale iniziando a produrre abiti per altre case di moda.
Fu nel 1973 che nacque il marchio Boglioli, portando con sé una proposta innovativa che fonde elementi classici e maschili con tecniche all’avanguardia, come la giacca destrutturata e una tecnica di tintura in capo unica. Boglioli non si limitò a creare dei capi, ma piuttosto ridefinì il concetto di lusso nel mondo delle giacche. Fu il pioniere nell’introdurre sul mercato una giacca completamente destrutturata, sfidando le convenzioni del tempo.

Tuttavia, l’autentica innovazione risiedeva nell’abilità di trasformare un processo nato negli anni ’80, inizialmente concepito per ridurre i costi di produzione, in un metodo unico ed esclusivo per la tintura di materie prime nobili e delicate, come le lane, il cashmere e le sete.

Boglioli sceglie Michele Franzese Moda per esporre in vetrina l’artigianalità italiana, pensata in perfetto stile con la Boutique ricreando sullo sfondo le scale a chiocciola che portano al piano superiore della cattedrale della moda nel centro di Napoli.

Il tutto accompagnato da dettagli pensati esclusivamente per la partership, come giornali totalmente brandizzati, piccoli voucher che richiamo il design del fondale della vetrina, piccoli gift e molto altro.

Vienila a scoprire in Boutique.