Moschino horror show a Los Angeles

Moschino horror show a Los Angeles

Mummie, spaventapasseri, zombie, streghe e fantasmi: benvenuti al Moschino horror show diretto da Jeremy Scott, l’istrionioco designer statunitese che per la collezione resort donna 2020 della griffe meneghina ha mandato in scena la sua personale interpretazione del classico horror movie di Hollywood, in cui i sogni diventano il più spettacolare degli incubi.

Gli elementi per un film horror di successo, del resto, ci sono tutti: le streghe che emergono dal crepuscolo nebbioso, la star del cinema che corre terrorizzata mentre le danno la caccia. E ancora, la sposa cadavere, mummie, scheletri, pipistrelli e ragni che riempiono la scena dando inizio alla sfilata.

Una ragnatela di catena d’oro è ricamata su un abito nero in crêpe de chine, un ghigno spettrale su un abito di paillettes bianco, la serigrafia jack-o’-lantern campeggia sulle sottovesti in seta con inserti di pizzo. E ancora, l’abito di cotone nero è decorato con stelle di perline e lune crescenti in sfumature pastello.

I trench in pvc richiamano nei colori il rosso sangue e il blu elettrico e si portano su completi multicolor, giacche patchwork da spaventapasseri e classici pantaloni sartoriali da uomo. Per l’uomo, cicatrici scure ricamate su giacche e pantaloni da motociclista in pelle neon danno un tocco rock all’insieme.